Ristrutturare casa, conviene? Ecco qualche preventivo:

Ristrutturare casa, che sia indipendente o appartamento, non è pratica frequente e può creare dubbi e confusione, poiché ci sono svariati elementi di cui tener conto: prezzo, metratura, permessi, legislazione.


Ristrutturare casa, come e perché: qualche consiglio sui preventivi

Il primo consiglio prima di iniziare la ristrutturazione del nostro immobile, può sembrare ovvio ma non lo è, sarebbe quello di affidarsi ad un professionista o una persona di fiducia competente, che faccia una stima dei lavori tramite un preventivo dettagliato.

Si inizia dunque da un semplice sopraluogo del locale interessato.

Si calcolano i metri quadri della zona di interesse (può trattarsi anche di un balcone, un parcheggio, un soppalco), e si delinea una stima dei servizi.

A livello economico ciò che influenza maggiormente sono:

  • La metratura
  • I materiali necessari
  • Il costo del personale

Fatto il nostro preventivo, diamo inizio ai lavori!

Se il locale non è vuoto, sarà necessario liberarlo da ogni intralcio, e dar vita così al nostro cantiere. Gli operai necessiteranno di una zona smaltimento rifiuti, soprattutto se stiamo abbattendo muri o stiamo rifacendo il pavimento per il parquet che sogniamo da anni.

Nel caso di un condominio, chiediamo all’amministratore il permesso per lo svolgimento e avvisiamo i nostri vicini condomini. Sarebbe buona prassi affliggere un cartello all’ingresso sia del palazzo che della porta di casa, per avvisare dei lavori in corso e scusarsi per il disagio.

Può sembrare semplificato, ma ricordiamoci che noi vogliamo capire l’argomento anzitutto per poi eventualmente approfondirlo. Ristrutturare casa non è sicuramente cosa da poco, ma abbiamo già molti elementi utili che magari prima ignoravamo del tutto.